Vine e l’estetica dell’attimo

6 Feb

Vine LogoL’introduzione si potrebbe saltare. Tanto la sapete già. La società moderna… velocità… poco tempo a disposizione … si clicca “Like” e si condivide senza pensarci troppo. Meglio se una foto, che non a caso è il contenuto che si suggerisce di condividere il più possibile ai social media manager…

Instagram, quest’app geniale e diabolica, ha dato una spinta ancora maggiore a questa tendenza, anche nel social media marketing aziendale, tramite il cosiddetto visual story telling.

Ma a parte questi fatti che tutti conoscete già, io credo che Instagram funzioni perché serve a farci recuperare “il tempo“. A dare valore ai nostri istanti (spesso inutili) quotidiani tramite l’applicazione di un filtro. Ha un valore positivo, di appagamento (quando riceviamo un like), di auto-realizzazione, direbbe Maslow. Certo questa è una tendenza generale nei social (vale lo stesso per un retweet) ma su Instagram la soddisfazione è maggiore. Ne parlavo in questo post qualche tempo fa e ne sono tutt’ora piuttosto convinto.

Il fatto che qualcuno colga in una mia foto qualcosa di interessante, il suo personale puntum barthesiano, dà valore a quell’attimo. Valore innanzitutto per me. Un valore ancora maggiore perché non mostro la foto stampata al mio migliore amico, ma la lancio nella mischia del social!

Provando Vine, la nuova video social app lanciata da Twitter sulla bocca di tutti, provo sensazioni simili. Posso raccontare una storia, la mia, e chiunque può vederla. Lo faccio in due tap, è istantaneo, è un “attimo“.  Il fatto che tutto ciò che posso riprendere debba stare in 6 secondi, conferisce a quello stesso frammento di tempo un valore grandissimo. Valore che accresce ancor più  davanti alla sempre maggiore possibilità che molta gente veda questo video. Ecco che torna infatti il discorso dell’immediatezza: dura 6 secondi, quindi vederlo non mi costa alcuna “fatica”.

Certo spesso assisteremo anche in Vine a video artificiosi, creati ad hoc. Ma per qualche ragione ci vedo qualcosa di “filosofico”. È un pezzetto di vita vera (più vera di quella di Instagram!) che condividiamo con il mondo. Visitando siti come Vinepeek o Vineroulette, che mostrano filmati di Vine in tempo reale, resto incollato al monitor per vedere quello che la gente, perfetti esseri umani sconosciuti, sta facendo in quel momento a due passi da me o dall’altra parte del mondo. La realtà (unita al real time) potrebbe essere il pezzo forte di Vine, quello che “mi convince”.

Quanto al social media marketing, credo che anche le aziende capiranno e faranno proprio questa caratteristica di Vine, offrendo non solo piccoli spot di 6 secondi (certo, ci saranno anche quelli) ma anche qualcosa di meno artefatto rispetto a ciò che siamo abituati a vedere sui social. O almeno lo vorrei sperare con il lancio di questa nuova app…

Insomma, chi vuole mi linki pure il suo video di Vine, lo guarderò con attenzione 😉

[Edit] Aggiungo qui un altro esperimento con questa nuova app:

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: